Archivi categoria: opinioni

MEDJUGORJE

Siamo, si io mia moglie e una coppia di amici, siamo stati a Madjugorje -Bosnia -Siamo andati a fare un pellegrinaggio! Due o tre anni fa, non ricordo esattamente, siamo stati a Lourdes in pellegrinaggio, dove abbiamo trovato una misticità solenne, ma…. Medjugorje è tutta un’altra storia! Siamo andati con il ” Centro Maria “, un’associazione non a scopo di lucro che opera da Roma. Come diceva in continuazione la nostra guida – Franco – ” è inutile correre, troverete solo sasi, poi sassi . ancora sassi e infine sassi ” ed è proprio vero! Per arrivare sulla  collina delle apparizioni bisogna salire su un sentiero di .. sassi.., ma sassi anche strani; io li ho paragonati a ossa umane sparse sul sentiero. Sassi anche taglienti.. e pensare che diverse persone salgono sulla collina a piedi scalzi!!!! Poi c’è ” Il monte della Croce “; è una montagna di circa 500 metri ( credo ) con sulla cima una immensa croce di cemento e da dove si vede la valle sottostante! Bello e suggestivo!
A Medjugorje tutti parlano un po di Italiano; i prezz

Cosa ci tocca sentire!

Non è la solita tazzina della mia collezione! Vorrei solo esprimere il mio disappunto su una notizia data dai telegiornali e dai giornali.

Il Sindaco di Milano vuole intitolare una via , una piazza o….. alla memoria del ex Segretario del Partito Socialista Italiano

B E T T I N O   C R A X I !!!!!!!!

Il mio parere? E’ proprio una vergogna e come ha detto l’On. Di Pietro ( anche se io non condivido tutto quello che dice) è prorpio un’offesa a tutti quelli che hanno dato la vita per l’Italia, credendo nei valori di giustizia lealtà e sacrificio per la Patria, al contrario di B. Craxi che è stato condannato in contumacia non avendo nemmeno il coraggio delle proprie azioni! ( dimenticavo; come dice qualcuno al governo, chi giudicò Craxi era sicuramente comunista!)

monologo

E questo è solo per mia riflessione.

Nel 1983 ristrutturai il mio appartamento e, avendo sentito parlare di energia solare ( pannelli solari, allora solo per servizi igienici e riscaldamento), mi misi alla ricerca di informazioni, anche perchè si parlava di sovvenzioni statali! Ma come dice Antonio Casagrande in una sua ballata (sta mutua assistenza è na fantascienza) così anche le sovvenzioni statali per l’energia pulita risultò una fantascienza! Nel 2007/08 ho risentito riparlare di energia solare e questa volta con pannelli fotovoltaici, quindi con possibilità di avere energia pulita a prezzo ZERO. Girando in questi centri commerciali ho trovato un ufficio che reclamizzava questa energia pulita e allora mi sono fermato e ho chiesto informazioni:

Il costo per una famiglia per installare questi pannelli è di circa 25.000 Euro su una superficie di circa 30/40 MQ. Fin qui tutto a posto, ma quando ho chiesto dei sovvenzioni statali mi hanno risposto che l’impianto si paga da solo; come? Semplice:

L’utente attiva un mutuo presso una banca convenzionata; l’impianto eroga corrente che utilizza l’utente e quella in eccesso verrebbe immessa nella rete ENEL che rimborserebbe (non ricordo esattamente la cifra) con la quale si pagherebbe il mutuo.

Quindi l’utente produce energia solare, utilizzerebbe quella per ilo suo fabbisogno e il resto ( se ne rimane?) verrebbe venduta alla società elettrica.  Bene! Ottimo! Poi sono tornata a casa e ho incominciato a ragionarci sopra; Se l’ ENEL mi paga quella in eccesso con la quale pagherei il mutuo alla banca con i relativi interessi, perchè l’ENEL non istalla lei direttamente i pannelli solari sul mio suolo in modo che l’energia extra la utilizza lei direttamente? Perchè bisogna coinvolgere la banca quando è possibile che sia la società ad investire nell’energia solare?

E qui altre riflessioni: se i pannelli solari non danno energia sufficiente il costo graverebbe solo sull’utente! Il mutuo stipulato dovrà essere pagato da chi lo sottoscrive, cioè l’utente, e allora qul’è il rischio? Perchè nessuno vuole investire nel solare? Perchè si cerca di caricare di una spesa enorme per una famiglia con l’illusione di avere energia pulita e gratis, quando di grati non c’è niente?

Infatti una famiglia che spende ogni bolletta 80 Euro che moltiplicato per 6 fa 480 Euro all’anno per ammortizzare i 25.000 Euro iniziale ci impiegherebbe circa 50 anni; riflettete gente, riflettete!